CALCIO FEMMINILE IN PIEMONTE E IN ITALIA

logoseriearidIL LUSERNA VERSO LA SECONDA SFIDA SALVEZZA DI FILA: 

 PARLA ANNALISA FAVOLE 

TORINO – Tre punti d’oro per rilanciarsi e restare agganciati più che mai al treno salvezza. Sono quelli conquistati sabato scorso dal Luserna nella delicata sfida diretta in casa del Sud Tirol. Le reti di Moretti e D’Ancona hanno permesso alla formazione di mister Zorri di salire a quota 8 punti in classifica al quart’ultimo posto a due lunghezze dalla salvezza diretta. Nel prossimo turno la matricola piemontese ha sulla sua strada un’altro match ball da non fallire in casa al cospetto della Pink Bari, ultima della classe ma tutt’altro che arrendevole come dimostra l’ultimo pari strappato al Brescia. In vista di questa importante gara abbiamo ascoltato Annalisa Favole:favoleannalisastefania la talentuosa numero 8 della formazione biancoazzurra in campo ricopre il ruolo del suo idolo Lionel Messi, il trequartista. Cresciuta nel Torino, è al secondo anno tra le fila del Luserna ed a soli 19 anni disputa già il terzo campionato di Serie A.

Annalisa, quale valore ha per morale e classifica la pesante vittoria conseguita sabato col Sud Tirol?
“Questa vittoria è stata fondamentale per il nostro cammino verso la salvezza: dovevamo tornare a casa con i tre punti e così è stato! favoleannalisaNon è stata una bella partita per quanto riguarda il gioco; siamo riuscite a sbloccare subito il risultato dopo appena due minuti con Erika Moretti ma nonostante questo il Südtirol ha provato in tutti i modi a pareggiare. Nel secondo tempo abbiamo chiuso l’incontro con il rigore finalizzato da D'Ancona”.

Finora avete alternato buone prove ad altre negative: dove dovete migliorare per trovare maggiore continuità ?
“Penso che dobbiamo migliorare sul piano del gioco e poi c'è margine di miglioramento sotto ogni profilo. Con l’aiuto di mister Zorri e dello staff tecnico cercheremo di crescere per trovare la continuità che ci manca per poter far meglio”.

Ad un turno dal termine dell’andata stazionate al quart’ultimo posto con 8 punti: bottino giusto o manca qualcosa?
“Se tiriamo le somme ora ad una partita dalla fine del girone d'andata 8 punti non sono abbastanza. Abbiamo perso dei punti importanti contro le nostre dirette concorrenti per la salvezza come Vittorio Veneto, Riviera di Romagna e San Zaccaria dove potevamo e dovevamo far sicuramente meglio”.

Siete una neopromossa alla prima esperienza in Serie A: quali sono le principali difficoltà incontrate in questa nuova affascinante categoria?
“Sapevamo sarebbe stato un campionato difficile. Il ritmo rispetto alla B è molto più alto, sia dal punto di vista del gioco che da quello atletico; ci manca un po' d'esperienza e dobbiamo trovare regolarità di risultati”.

Per te invece si tratta del terzo anno di A dopo i due disputati da giovanissima con la maglia del Torino. Quali sono le tue ambizioni?
“L’anno scorso venivo da una stagione difficile per problemi personali e qui colgo l'occasione per ringraziare ancora i miei genitori, la società e le ragazze del Luserna per essermi state vicine; l’annata si è conclusa nel migliore dei modi con la mia ripresa e la felicità per la splendida promozione in Serie A. Ora abbiamo l'opportunità di metterci in mostra sul palcoscenico della massima serie e il mio obiettivo è quello di raggiungere la salvezza con il Luserna e di migliorare sempre più”.

Archiviato con successo Sud Tirol, tra pochi giorni andrete a caccia del bis e del primo successo casalingo stagionale contro la Pink Bari: sarà un banco di prova cruciale in ottica salvezza?
“Contro il Bari sarà una battaglia! Tutte e due puntiamo alla salvezza, loro arrivano galvanizzate dall'ottimo pareggio raccolto col Brescia e noi dalla vittoria con il Südtirol! So che non sarà una partita facile ma il nostro unico obiettivo è vincere!”.

Come vedi questa lotta salvezza che si sta rivelando equilibrata ed aperta?
“Quando siamo salite in A sapevamo che sarebbe stato un campionato difficile ma ce la metteremo tutta per riuscire a mantenere la categoria. Guardando l’andamento sinora penso che le nostre dirette avversarie saranno: Südtirol, Vittorio Veneto, Bari e Riviera di Romagna con cui potremmo giocarcela alla pari”.

Ivan Zannoni
calciodonne.it