San Bernardo Luserna vittorioso a Roma:

1-0 e primi tre punti

Comunicato del 7 novembre 2015

RES ROMA: Pipitone, Colini (1' st Marzi), Gambarotta, Savini, Greggi, Simonetti, Palombi (1' st) Labate, Biasiotto (30' st Nicosia), Caruso, Nagni, Fracassi. All. Melillo.

SAN BERNARDO LUSERNA: Serafino; Mazzucchetti, Falbo, Bosi, D'Ancona; Di Lascio (9' st Massarelli), Tudisco, Trapani; Favole A., Moretti (24' st Favole S.); Barbieri. All. Zorri.

ARBITRO: sig.ina Bianchini di Terni.

RETE: 7' st Barbieri

NOTE: ammonite Di Lascio, D'Ancona.

Con una partita “gagliarda” e giocata finalmente con l'intensità e la concentrazione tanto invocate dal tecnico Zorri, il San Bernardo Luserna ottiene a Roma contro la Res la prima vittoria della sua storia in serie A. Determinante il gol in apertura di ripresa di Raffaella Barbieri, alla prima marcatura stagionale. Dopo un primo tempo finito a reti inviolate, e con la clamorosa traversa di Di Lascio, le ragazze del San Bernardo Luserna sono riuscite a giocare il proprio calcio al meglio portando a casa la posta piena e i primi tre pesantissimi punti salvezza, contro una diretta contendente.

«Le ragazze sono state brave. Non hanno mollato mai fino al fischio finale – racconta il tecnico Tatiana Zorri -. Abbiamo solo avuto un calo nel primo tempo dopo un quarto d'ora giocato alla pari: dopo aver preso una traversa con Di Lascio su un'azione molto veloce, siamo calate e abbiamo sofferto un pochino; ma nella ripresa le ragazze hanno avuto una buona reazione mettendoci la voglia di vincere». Oltre alla prestazione, anche i tre punti ottenuti sono importantissimi, proprio perché ottenuti contro una rivale per la salvezza. «Queste sono le nostre partite, dobbiamo provare a vincere gli scontri diretti e se giocahiamo come oggi possiamo giocarcela fino alla fine. Sono soddisfatta anche se c'è ancora qualche cosa da tarare, migliorare ancora su qualche appoggio ed essere meno frettolose, ma soprattutto non lasciare alle avversarie quei 20 minuti che possono fare male».

ufficio stampa